GdL 6

Buone Pratiche e Approcci Integrati

Il Gruppo di lavoro 6 di ICESP ha come tema principale quello della raccolta delle buone pratiche di economia circolare sviluppate sul territorio nazionale da tutte gli stakeholder impegnati nella chiusura dei cicli ad ogni livello della catena del valore. Il GdL6 è composto da 86 partecipanti, appartenenti a 51 organizzazioni, il 60% delle quali costituito da imprese e associazioni di categoria. Sono presenti anche organizzazioni appartenenti al mondo della formazione, della ricerca e dell’innovazione (26%), istituzioni, pubblica amministrazione locale a centrale (11%).

Inquadramento del tema affrontato dal GdL
Raccogliere le buone pratiche di economia circolare presenti sul territorio nazionale e favorire la conoscenza di soluzioni circolari attraverso la diffusione delle stesse sia a livello nazionale sulla piattaforma ICESP che a livello europeo sulla piattaforma ECESP.
Obiettivi del GdL
  • Raccogliere e sistematizzare le buone pratiche di economia circolare sviluppate a livello nazionale pervenute al GdL attraverso la piattaforma ICESP e i partecipanti ai Gdl4, GdL5 e GdL6.
  • Effettuare una analisi dettagliata di tutte le buone pratiche pervenute al GdL6 al fine di avere una panoramica nazionale il più possibile completa del percorso di transizione verso l’economia circolare del nostro paese; questa analisi consente inoltre di identificare eventuali punti di forza e di debolezza dell’attuale sistema di buone pratiche in Italia;
  • Favorire la conoscenza e la diffusione delle eccellenze ed il modo italiano di fare economia circolare a livello nazionale attraverso la piattaforma ICESP e a livello europeo attraverso la piattaforma ECESP.
Piano e modalità operative
Riunioni periodiche con tutti i partecipanti in funzione delle specifiche necessità operative. Le comunicazioni vengono inviate dai coordinatori ai membri del GdL per via telematica. 
Descrizione dei prodotti attesi
  • Elaborazione di un format condiviso sulla piattaforma ICESP e in linea con la piattaforma ECESP per la raccolta delle buone pratiche a livello nazionale;
  • Aggiornamento del sito web di ICESP, con caricamento di tutte le buone pratiche nazionali pervenute al GdL6 dal 2018 ad aprile 2020;
  • Aggiornamento e sistematizzazione del data base elaborato nel 2019, con tutte le buone pratiche pervenute;
  • Elaborazione della rassegna annuale del GdL6 che riporti i lavori svolti dal GdL con riferimento alle buone pratiche raccolte e alla successiva analisi (inclusa la relativa mappatura nella catena dell’economia circolare), nonché la valutazione delle ricadute delle buone pratiche (scala locale, regionale, etc) e la loro replicabilità evidenziando anche barriere, criticità e risultati ottenuti. Tali aspetti saranno individuati anche attraverso l'elaborazione in forma grafica delle informazioni e dei dati di maggiore rilevanza per le diverse buone pratiche. Partecipazione ad eventi nazionali sui temi specifici dell’economia circolare;
Stakeholder target
E’ rivolto a tutti coloro che vogliano intraprendere percorsi di economia circolare. Istituzioni, Pubblica amministrazione locale e centrale, università ed enti di ricerca, aziende, imprese ed associazioni di categoria.
Prospettive
  • Raccolta di ulteriori buone pratiche di economia circolare a livello nazionale;
  • Elaborazione di una linea guida per supportare le imprese nel percorso di transizione verso l’economia circolare lungo tutta la catena del ciclo di vita.

Coordinamento

ENEA -  Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile
ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile
Politecnico di Bari
Politecnico di Bari