Gestione dei materiali in ingresso e in uscita dal cantiere

Organizzazione

Comune di Pesaro
Autorità locale
Comune di Pesaro

Localizzazione della buona pratica

Pesaro (Pesaro e Urbino)
Marche
Italia

Lingua originale della buona pratica
Italiano
Area
Settore
Target Groups
Amministrazione Pubblica, Opere pubbliche e Ufficio Appalti , imprese nel settore edile, associazioni di categoria, centrali di riciclaggio
Livello di Applicazione
Nazionale
Ambito tematico
Approccio Integrato per Filiera o Settore
Durata
Motivazione

La motivazione per l'inserimento di questa pratica nell'economia circolare sta nella ottimizzazione della gestione dei materiali durante la costruzione.

Descrizione

La pratica si prefigge di inserire elementi di circular economy nel settore edilizio attraverso la gestione durante il cantiere di tutti i rifiuti che derivano da imballaggi e dalle lavorazioni oltre alla potenziale gestione dei materiali nuovi ma eccedenti per quantità, dividendo i materiali in ragione della propria composizione: laterizio, cemento armato, legno, plastica, rame e catalogando in situ i materiali secondo i codici CER e trasportati ognuno presso idonea centrale di riciclaggio. La pratica trovando riscontro nei CAM si presta ad essere inserita chiaramente nelle prescrizioni dei bandi quale Green Public Procurement applicato ai lavori.

Risultati

Questa operazione permette di mantenere il mercato delle centrali di riciclaggio e di spendere meno nella gestione dei rifiuti (8€/t per la centrale di riciclaggio, contro 80-120€/t per la pubblica discarica). Il processo presenta la criticità di avere spazio a disposizione per lo stoccaggio dei rifiuti. La pratica è possibile se le imprese vengono opportunamente informate e indotte seguire le istruzioni di una corretta gestione dei rifiuti generati dalle lavorazioni e dagli imballaggi attraverso precise richieste da parte della Pubblica Amministrazione inserite nei bandi di gara e capitolati speciali d'Appalto. Ad oggi la pratica può essere ancor più premiante se inserita attraverso l'applicazione dei CAM. Anche a parità di costi il mercato dovrebbe scegliere prodotti riciclati in relazione a quanto disposto dai CAM. Il processo viene misurato in termini di costi e quantità di materiale riciclato prodotto.

Condizioni per la replicabilità

Condivisione della pratica con altri Enti Locali nella gestione degli appalti pubblici e nella normativa del Regolamento edilizio per i cantieri privati, miglioramento della procedura di gestione amministrativa dei rifiuti; Condivisione con le associazioni di categoria.

Barriere, criticità, limiti
  • Accesso alle informazioni e alle valutazioni pertinenti
  • Aspetti relativi alla qualità
  • Definizioni di rifiuto
Parole chiave
riduzione uso materie prime, riciclo, sostenibilità settore edilizio, riuso