Organizzazione

Officina Naturae di Carlini Silvia e Urbinati Pierluca srl
Impresa
Officina Naturae

Localizzazione della buona pratica

Rimini (Forlì-Cesena)
Emilia-Romagna
Italia

Lingua originale della buona pratica
Italiano
Area
Settore
Target Groups
Consumatori consapevoli ed evoluti. Agricoltori biologici locali, in particolare per la fornitura di mele cotogne utilizzate per i prodotti dedicati ai bambini.
Progetto di acquisto equo e solidale per la fornitura del Burro di Chiuri – un burro (ghee) vegetale utilizzato da millenni proprio dalla popolazione dei Chepang, piccola popolazione marginalizzata presente nel Nepal centrale.
Tipo di finanziamento
Privato
Livello di Applicazione
Internazionale
Ambito tematico
Approccio Integrato per Filiera o Settore
Durata
Motivazione

Officina naturae è nata a Rimini nel 2004, in seguito all’iniziativa di Silvia Carlini e Pierluca Urbinati, i due titolari, membri del Gruppo di Acquisto Solidale di Rimini. Seguendo la spinta di una passione comune e mettendo a frutto l’esperienza di tanti anni nel settore chimico-farmaceutico e sulla sostenibilità ambientale, hanno realizzato un grande desiderio: quello di produrre cosmetici e detergenti esclusivamente eco-biologici con un ciclo di produzione e distribuzione etico ed eco-sostenibile.

Descrizione

Tutti i prodotti sono studiati per essere efficaci e sicuri per l’uomo e per l’ambiente.
In tutto il ciclo di vita del prodotto, ogni minimo dettaglio è curato con la massima attenzione, investendo continuamente grandi risorse in ricerca ed innovazione.
La produzione segue rigorosamente alcuni principi ispiratori:
• prodotti ecocompatibili, con elevati standard di qualità;
• formulazioni semplici, studiate e testate per essere efficaci e sicure per l’uomo e per l’ambiente;
• ingredienti derivati da materie prime di origine vegetale o minerale, escludendo l’origine petrolchimica o
animale e le sostanze di sintesi con azione nociva;
• ove possibile, utilizzo di materie prime italiane, privilegiando le locali per accorciare la filiera, materie prime provenienti da agricoltura biologica (l’Olio di Brassica) o da paesi con progetti attivi di sostegno del commercio equo solidale (ad es. il Burro di Chiuri, tipico della linea base dei cosmetici Offiina naturae). Imballaggi sostenibili

Risultati

Officina naturae è attualmente l’unica azienda in Italia, che, da oltre 7 anni, utilizza 100% Bioplastica ricavata da canna da zucchero, coltivata responsabilmente, per realizzare flaconi e taniche delle due linee di detergenti. Inoltre, gli imballaggi sono progettati in ecodesign, cioè pensati e disegnati “ecologicamente”, in modo da avere il migliore rapporto tra dimensioni, volume occupato e quantità contenuta, per avere un minore consumo di cartone e risorse primarie, minore volume trasportato, minore produzione di CO2 e minore spazio occupato nelle abitazioni e nei punti vendita. Dal 2019 sono state progettate e introdotte sul mercato linee cosmetiche solide, completamente plastic free, seguiti poi anche da detergenti per la casa con le stesse caratteristiche di sostenibilità. La parola “Bio Sostenibile” è, quindi, diventata un marchio, riportato su tutti i prodotti, che ha molteplici significati: nei valori etici, nelle relazioni fra le persone, nell’impegno a produrre prodotti

Condizioni per la replicabilità

il progetto è totalmente replicabile

Barriere, criticità, limiti
  • Assenza di regolamentazione sul tema della circolarità
Parole chiave
biocosmesi, biodetergenza, filiera corta, biocosmesi - biodetergenza - filiera corta- sostenibilità -