ICESP protagonista ad ECOMED 2022

Banner Ecomed 2022
La Piattaforma Italiana degli Attori dell’Economia Circolare (ICESP) sarà presente ad ECOMED 2022, per favorire la conoscenza e la diffusione delle eccellenze ed il modo italiano di fare economia circolare e promuovere una proficua replicabilità/adattamento dei casi di successo già numerosi nel nostro Paese. L’evento, in programma per il 7 Aprile, è organizzato congiuntamente da CS e CTPI di CATANIA 2030, ICESP, ENEA, Università di Catania e AIAT.

4 Aprile 2022

A supporto delle strategie per il Piano di azione sull’Economia Circolare e dei futuri finanziamenti sul tema, la Commissione Europea ha lanciato tra le iniziative di approfondimento e di consultazione degli stakeholder la Piattaforma Europea degli stakeholder sull’economia circolare (European Circular Economy Stakeholder Platform – ECESP), al fine di superare le attività settoriali ed evidenziare le opportunità intersettoriali tramite un punto di incontro dove le parti interessate possono contribuire alla transizione circolare dei modelli di produzione e consumo e delle città, nel quadro del processo di ripresa e resilienza, collegando le iniziative esistenti e sostenendo l'economia circolare a livello nazionale, regionale e locale. ENEA è stata selezionata nel Gruppo di Coordinamento di ECESP in qualità di rappresentante del mondo della ricerca e, sulla base di questo incarico, di durata triennale, le è stato chiesto di svolgere la funzione di Hub nazionale per l’economia circolare. Per questo ENEA ha promosso la realizzazione di una interfaccia nazionale di ECESP, attraverso l’istituzione della piattaforma mirror “Italian Circular Economy Stakeholder Platform - ICESP”. ICESP ha l’obiettivo di creare un punto di convergenza nazionale sulle iniziative, le esperienze, le criticità, le prospettive e le aspettative sull’economia circolare che il sistema Italia vuole e può rappresentare in Europa con un’unica voce, promuovendo il modo italiano di fare economia circolare (The Italian way for circular economy). Tra le principali iniziative di ICESP vi è la raccolta e valorizzazione di Buone Pratiche di Economia Circolare, sviluppate dagli stakeholder del territorio nazionale (aziende, associazioni, istituzioni), impegnati in percorsi orientati alla chiusura dei cicli ed alla prevenzione e valorizzazione delle risorse ad ogni livello della catena del valore, nella realizzazione di nuovi modelli di business e progettazione nei sistemi industriali, urbani e territoriali. Ciò al fine di favorire la conoscenza e la diffusione delle eccellenze ed il modo italiano di fare economia circolare e promuovere una proficua replicabilità/adattamento dei casi di successo già numerosi nel nostro Paese. I risultati derivano dalla consultazione con principali attori coinvolti nei 7 Gruppi di Lavoro (GdL) di cui ICESP si compone. Sono circa 260 le organizzazioni che partecipano ai GdL, con più di 800 esperti, provenienti da istituzioni pubbliche (locali e nazionali), imprese e associazioni di categoria, mondo della ricerca, società civile (www.icesp.it). Giunta al quarto anno di attività, la piattaforma rappresenta una consolidata realtà di riferimento e confronto sul tema, riconosciuta a livello nazionale ed internazionale. Nel documento delle priorità per un’agenda strategica di economia circolare, la comunità ICESP ha evidenziato criticità e potenziali soluzioni. Per chiudere il ciclo dell’economia circolare occorre lavorare sugli strumenti che possono dare certezza agli operatori relativamente alla qualifica di sottoprodotto dei residui di produzione che essi generano e alla cessazione della qualifica di rifiuto al termine di un processo di recupero, affinché tali materiali possano effettivamente tornare sul mercato. In tale contesto, l’implementazione di nuovi modelli come la simbiosi industriale rappresenta una via efficace per la chiusura dei cicli e la transizione all’economia circolare. Il convegno ha l’obiettivo di evidenziare buone pratiche, casi di successo e proporre modelli positivi e riproducibili in un dibattito/confronto con le aziende, istituzioni e gli enti autorizzatori.

Settore
Conferenza nazionale
-

Le Ciminiere - Sala Ionio  Catania

Da scaricare