UNI – Aperte le partecipazioni alle prime norme della commissione “Economia circolare”

Gli standard in corso di elaborazione all’interno dei gruppi di lavoro della Commissione UNI “Economia circolare” hanno un nome! Si tratta, nello specifico, di due documenti: una specifica tecnica e un rapporto tecnico: • UNI/TS 11820 "Misurazione della circolarità Metodi ed indicatori per la misurazione dei processi circolari nelle organizzazioni" (progetto UNI1608856); • UNI/TR 11821 "Analisi di buone pratiche di economia circolare per la valutazione del loro funzionamento e delle prestazioni e per favorirne la replicabilità" (progetto UNI1608977). Per assicurare una più ampia partecipazione alle attività tecniche da parte degli stakeholder, UNI chiede il contributo di tutti i soggetti interessati. E lo fa aprendo due specifiche call per un coinvolgimento diretto.

9 Luglio 2021

UNI ha lanciato due call per coinvolgere organizzazioni, interne ed esterne, alla commissione tecnica UNI 057 che si sta occupando della elaborazione di standard sull’Economia circolare.

In particolare, si tratta di due documenti:

1) Raccolta di candidature per l’applicazione sperimentale del metodo di misurazione della circolarità (UNI/TS 11820)

Le organizzazioni interessate avranno l’opportunità di applicare in via del tutto esclusiva il metodo di misurazione della circolarità contenuto nella UNI/TS 11820, diversi mesi in anticipo rispetto alla pubblicazione della norma. L’applicazione sperimentale verrà effettuata nei mesi di settembre e ottobre del 2021. Ciascuna organizzazione riceverà un livello di circolarità associato ai dati inseriti, unitamente agli elaborati grafici e statistici sulla base delle informazioni inviate tramite la piattaforma di assessment.

La norma conterrà tutti i nominativi dei soggetti coinvolti che verranno selezionati per l’applicazione sperimentale e un’analisi aggregata dei dati raccolti.

Per inviare la propria candidatura, è necessario inviare una mail al Funzionario Tecnico (federico.turano@uni.com) e al Technical Project Manager (claudio.perissinotti@uni.com) della Commissione Economia circolare entro e non oltre il 31 luglio 2021.

2) Raccolta di buone pratiche di economia circolare (UNI/TR 11820)

Le organizzazioni interessate avranno l’opportunità di inviare le proprie buone pratiche di economia circolare da inserire nella UNI/TR 11821, compilando un apposito questionario online che verrà reso disponibile dal 25 giugno 2021.

Le buone pratiche saranno analizzate e selezionate dal gruppo di lavoro e potranno anche essere proposte a livello ISO per futuri progetti di standard internazionali.

Per inviare la propria buona pratica, è necessario contattare il Funzionario Tecnico (federico.turano@uni.com) e il Technical Project Manager (claudio.perissinotti@uni.com) della Commissione Economia circolare che invieranno il link di compilazione del questionario. La raccolta di buone pratiche resterà aperta fino al 30 settembre 2021.

Il link alle call è: 

https://www.uni.com/index.php?option=com_content&view=article&id=10716:partecipazione-norme-commissione-economia-circolare&catid=171&Itemid=2612

 

Ultime News

Re-think Circular Economy Forum Taranto | 3-4-5 ottobre 2022
Re-think Circular Economy Forum Taranto 2022

L’evento Re-think Circular Economy Forum Taranto 2022 è stato pensato per presentare una visione sui macro-trend, sui possibili percorsi evolutivi e sulle principali progettualità dell’Economia Circolare a livello nazionale ed internazionale.

Strategia Nazionale per l’Economia Circolare - immagine di copertina
Pubblicata la Strategia Nazionale per l’Economia Circolare

Il Ministero della Transizione Ecologica ha pubblicato, con il Decreto Ministeriale n.259 del 24 giugno 2022, la Strategia Nazionale per l'economia circolare, congiuntamente al Piano Nazionale per la Gestione dei Rifiuti.

Immagine consultazione Gruppo Trasversale ICESP “Eco-progettazione e modelli di business circolari”
Consultazione delle imprese in tema di eco-design

Il Gruppo Trasversale ICESP “Eco-progettazione e modelli di business circolari” avvia una consultazione ad hoc per le imprese sui temi dell’ecodesign

Locandina Corso Base di Life Cycle Assessment - 27-30 settembre 2022
Corso Base di Life Cycle Assessment

Il corso, organizzato dall’Associazione Rete Italiana LCA e dal Politecnico di Milano, mira ad accrescere la conoscenza di base della metodologia LCA offrendo, in aggiunta rispetto alle precedenti edizioni, un nuovo modulo di applicazione LCA tramite openLCA.

locandina evento
Finanza sostenibile e normazione: stato dell'arte e prospettive future

L’obiettivo della finanza sostenibile è quello di creare valore a lungo termine, indirizzando i capitali verso attività che supportano la transizione dell’economia in coerenza con gli obiettivi ONU 2030 e con l’Accordo di Parigi sul clima.
La normazione volontaria si preoccupa di definire criteri e modalità per valutare l’affidabilità della finanza sostenibile e monitorarne l’evoluzione nel tempo. Così facendo, integra in maniera sinergica gli accordi internazionali e la legislazione.
Nell'ambito dell'Accordo Quadro UNI-Unioncamere, con il supporto di Dintec, il sistema camerale promuove un webinar sul tema: Finanza sostenibile e Normazione: lo stato dell'arte e le prospettive future. Giovedì 7 luglio 2022 dalle ore 16.00-18.00
L’evento prenderà in esame lo stato dell’arte e le prospettive future del quadro regolamentare, guardando ai lavori in corso in sede UNI/CEN/ISO.
In concomitanza con l’evento sarà pubblicato il documento informativo UNI “Finanza Sostenibile e Normazione” che sarà liberamente scaricabile dal nostro sito (Stay tuned!).

Locandina "città in transizione"
Presentazione del Rapporto SNPA “Città in transizione: i capoluoghi italiani verso la sostenibilità ambientale”

Appuntamento il 4 luglio per l'Evento on-line di presentazione del Rapporto del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (SNPA) “Città in transizione: i capoluoghi italiani verso la sostenibilità ambientale” che propone, per la prima volta, una lettura trasversale della qualità dell’ambiente urbano attraverso tre diverse chiavi interpretative - vivibilità, circolarità e resilienza ai cambiamenti climatici - valutandone l’evoluzione negli ultimi anni.